Terra Santa Tripoli

Bed and Breakfast, Sports Activity

E' cominciata presso ill nostro Convento di Tripoli la campagna per vaccinare i bambini. La Croce Rossa ha procurato le scorte dei vaccini ed assieme al personale di Pro Terra Sancta lavoreranno per una diecina di giorni per terminare le somministrazioni secondo le nostre liste.


Riunione con un gruppo di Italiani che vivono a Tripoli e nel nord del Libano assieme al Console italiano Dottor Marco Di Sabatino.
Dopo il benvenuto con un buon caffe' espresso da parte di P.Quirico, il Console ha dato un'idea generale su diversi argomenti e fra l'altro ha proposto la creazione di un'associazione italiana in Libano. Lo scopo dell'associazione e' quello di aggregare gli Italiani per ottenere una maggiore collaborazione vicendevole.
Alla riunione era presente anche il Sindaco di Tripoli Dottor Riad Yamak che ha studiato medicina in Italia.



Reunion with a group of Italians living in Tripoli and north Lebanon.
The Italian Embassy was represented by the Italian Consul Doctor Marco di Sabatino.

Last Saturday, Dr. Therese and Father Quirico took the children of the art class to Harissa, accompanied by some mothers, and visited St. Anthony of Padova Convent and it was a beautiful day and the kids enjoyed a lot of drawing nature.

Apertura ufficiale di un ambulatorio-dispensario nel Convento francescano di Tripoli-Mina dal titolo:SAN FRANCESCO E IL SULTANO

Il progetto gia’ pensato e pianificato da un paio d’anni si e’ inaugurato oggi con l’apertura alla presenza, fra gli altri, del Sindaco di Tripoli dott.Riad Yamak. Il Dottor Yamak della comunita’ islamica, medico specialista in urologia, ha studiato in Italia ed e’ molto vicino al convento francescano. Ha promesso pubblicamente d’impegnarsi alla dedica di una strada a S.Francesco nella vecchia citta’ di Tripoli, vicino alla Chiesa di S.Giuseppe che i Francescani ufficiarono fino al 1951 quando la cedettero ai Siriani Cattolici.  Il nuovo centro ambulatoriale include tre stanze di cui due per i medici ed una per l’ingresso e attesa dei pazienti piu’ un deposito gia’ pieno zeppo di medicine.

L’idea del progetto nata dalla presenza mensile di un medico italiano qui nel Convento per l’assistenza ai malati bisognosi ma privi di mezzi finanziari si e’ concretizzata con le offerte di tanti benefattori che ci hanno aiutato tramite l’Associazione Pro Terra Sancta. Dopo la divisione delle pareti si e’ pensato a provvedere le attrezzature e quindi le medicine che di questi tempi non si trovano facilmente in Libano.

Per adesso il centro medico sara’ aperto solo due pomeriggi a settimana con l’ausilio di due pediatre, in seguito oltre al dottore generico ci saranno un cardiologo, un ortopedico ed un nutrizionista.

Fedeli alla  tradizione secolare che li ha contraddistinti, i Francescani hanno allestito questo centro medico per soccorrere tutti i malati poveri, cristiani e musulmani; questo spiega anche la dedica, non solo dovuta all’incontro di S. Francesco e il Sultano Malek el-Kamel 800 anni fa, ma all’opzione per i poveri di cui Papa Francesco ha sempre parlato.  


 مستوصف مار فرنسيس والسلطان

افتتح في دير مار فرنسيس الميناء- طرابلس مستوصف لذوي الامكانيات المحدودة نهار الخميس في 18 تشرين الثاني 2021. واتى هذا الافتتاح من بعد انتظار دام لحوالي السنتين تقريباً بسبب جائحة كورونا.
ان هذا المشروع هو من ضمن المشاريع والنشاطات بمناسبة المئوية الثامنة لزيارة مار فرنسيس للسلطان الملك الكامل في دمياط -مصر عام 1219.
بارك المستوصف الاب كويريكو كاليلا و الاب ريكاردو شيرياني اضافة لحضور رئيس بلدية طرابلس الدكتور رياض يمق و عدد من فعاليات الميناء وطرابلس.
دخل الحضور الى المستوصف وتعرفوا على الغرف و الخدمات من قبل الطاقم الطبي لمؤسسة

PRO TERRASANCTA

ومن بعدها دعيَّ الجميع الى مائدة احتفالية بالمناسبة.

 

 


Yesterday "International Human Fraternity day" we made an important reunion in Jounieh with different Artists to promote the religious dialogue throughout the music and in particular with the Opera "Saint Francis and the Sultan".

Opera “S.Francesco e il Sultano” in Italia (20-25 maggio 2022)

Dopo il grande successo in libano l’Opera lirica “ S.Francesco e il Sultano” sbarca in Italia con 5 esecuzioni in altrettante città italiane dal 20 al 25 maggio alle ore 20.00. Rispettivamente Monopoli, Bari, Brindisi, Assisi (S.Maria degli Angeli) e Roma.  Il libretto e’ del professore Bartolomeo Pirone e la musica del M.O.P.Khalil Rahme.

       L’Opera “S.Francesco e il Sultano”,  ispirata all’incontro fra S.Francesco d’Assisi ed il Sultano Malek al-Kamil a Damietta nel 1219, ideata e progettata a Tripoli-Mina (citta’ da sempre con molte tensioni politiche, dove i Francescani operano in mezzo ad una popolazione a stragrande maggioranza musulmana), prodotta  dalla Custodia di Terra Santa ed eseguita in prima mondiale in Libano a novembre dello scorso anno, ha avuto un grande successo soprattutto il 25 marzo scorso, festa dell’Annunciazione, al palazzo dell’UNESCO di Beyrut che ha visto riuniti insieme i Libanesi di tutte le confessioni religiose.   L’Annunciazione accomuna tutti i Libanesi in quanto l’episodio e’ narrato non solo nei  Vangeli(Lc.1,26-38, Mt.1,18-24) ma anche nel Corano (Sura di Maria,19).

Il Coro della Notre Dame University con i solisti libanesi sara’ in Italia dal 16 al 27 maggio e dopo qualche giorno di prove iniziera’ la tournée. A Brindisi si uniranno per le prove prima e per le esecuzioni poi  le voci  de LA Chorus, artisti dell’orchestra Magna Grecia di Taranto e il solista di Bari Giuseppe Naviglio che avra’ il ruolo del Sultano. Dopo le esecuzioni nelle Cattedrali di Monopoli, Bari e Brindisi (20-23/5/2022) con l’organista italiano M.O. Cosimo Prontera sotto la Direzione del Maestro P.Khalil Rahme la tourné  proseguira’ per Assisi.  A S.Maria degli Angeli accanto alla Porziuncola, culla del francescanesimo, sotto il patrocinio del Comune avverra’ la penultima esecuzione il 24/5. Infine il 25 maggio dopo l’Udienza mattutina dal Papa con qualche nota musicale, la serata finale avverra’ a Roma nella Basilica di S.Maria in Ara Coeli alla presenza di alte autorita’ civili e religiose. Nelle varie citta’ saranno presenti oltre i rappresentanti delle varie associazioni legate alla Custodia di Terra Santa ed ai Francescani in genere i delegati dei non cristiani, specialmente  della comunita’ islamica. Inoltre l’Opera si propone  in particolare a tutti quelli che promuovono il dialogo e la fratellanza universale secondo la linea di Papa Francesco che troviamo nei testi di “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”   e nell’Enciclica “Fratelli tutti”.

In futuro, sono previste esecuzioni dell’Opera al Cairo, Damasco, Amman e di nuovo in alcuni teatri italiani. Auspichiamo che il messaggio di pace e fratellanza lanciato a Damietta 800 anni fa da S.Francesco nell’incontro col Sultano Malek al-Kamil arrivi fino agli estremi confini della terra. La via del dialogo, della tolleranza, della fratellanza e della coesistenza pacifica e’ e rimane l’unica via percorribile ed é la carta vincente per il Libano, per il  Medio Oriente e per tutto il mondo.

NB.Ingresso libero


The Opera "S. Francesco e il Sultano" was replicated on the day of the Annunciation at the UNESCO palace with an unprecedented triumphal success: 1500 attendees.
The Annunciation as pointed out by P. Quirico Calella ofm, creator and designer of the Opera, gathers and unites all the Lebanese as the fact is narrated not only in the Gospels of Luke and Matthew but also in the Koran (sura of Mary, 19 ). Even the Minister of Culture H.E. Muhammad Murtada, who sponsored the performance in collaboration with the Italian Embassy, ​​reiterated this concept.
The performance was presented by the Lebanese philharmonic, the choir of Notre Dame University, the Italian organist Maestro Cosimo Prontera conducted by Maestro Khalil Rahme who is also the composer. The libretto written by the well-known Professor Bartolomeo Pirone, dramaturgical review and plot by Fra Riccardo Ceriani , translated into Arabic by Dr. Teresa Francis art teacher at the Lebanese University.
In the crowded hall, the Apostolic Nuncio Mons. Joseph Spiteri, about ten Ministers with their spouses and the Delegates of the various religious groups, could be seen in the front row. In the second row the Ambassadors together with the diplomatic Delegations and in the third row the Franciscan Friars of the Custody of the Holy Land together with the regional Minister Fr Feras Lutfi and many friends including the representatives of the "Pro Terra Sancta" Association.
The Director General of the Ministry Mr.Rony Sfeir affirmed that there has never been such an evident and big success as this time for the execution of this Opera inspired by the meeting of St. Francis and the Sultan Malek-al-Kamel 800 years ago.
All the national TV stations have broadcast the news several times as well as Telelumiere. The majority of both print and online newspapers reported not only the news of the event but also parts of the speeches given in the introduction by both of Fr Quirico and the Minister.
Five performances are scheduled in Italy next May: first in the Cathedrals of Monopoli, Bari, Brindisi and then in Assisi in the Basilica of Santa Maria degli Angeli and in Rome in the Ara Coeli Basilica.
We hope that through this Opera the message of peace and fraternity launched in Damietta 800 years ago by St. Francis and the Sultan Malek al-Kamel will reach the end of the world. The path of dialogue, fraternity and peaceful coexistence is and remains the only viable path and the winner card for Lebanon, for the Middle East and for the whole world. Pope Francis insisted so many times in his interventions and during his travels to Palestine, Israel, Jordan, Egypt, Morocco, Iraq and Abu Dhabi where he signed the document "Human Fraternity for World Peace and living together" with the Grand Imam of Cairo Dr. Ahmad Attayyeb.





L’Opera “S.Francesco e il Sultano” e’ stata replicata il giorno dell”Annunciazione al palazzo dell’UNESCO con un successo da trionfo senza precedenti:1500 presenze.
L’Annunciazione come ha sottolineato P.Quirico Calella ofm, ideatore e progettista dell’Opera, raccoglie e riunisce tutti i libanesi in quanto il fatto e’ narratto non solo nei Vangeli di Luca e Matteo ma anche nel Corano (sura di Maria,19). Anche il Ministro della cultura S.E.Muhammad Murtada che ha patrocinato l’esecuzione in collaborazione con l’Ambasciata italiana ha ribadito questo concetto.L’esecuzione ha visto coinvolte sul palco la filarmonica libanese, la corale della Notre Dame University, l’organista italiano Maestro Cosimo Prontera sotto la direzione del maestro Khalil Rahme che e’ anche il compositore. Il libretto e’ del noto professore Bartolomeo Pirone curato da fra Riccardo Ceriani e tradotto in arabo dalla Dott.ssa Teresa Francis insegnante d’arte all’Universita’ libanese.
Nella sala gremita di gente si notavano in prima fila il Nunzio Apostolico Mons. Joseph Spiteri, una diecina di Ministri con le loro consorti ed i delegati dei vari gruppi religiosi. In seconda fila gli Ambasciatori assieme alle delegazioni diplomatiche ed in terza fila i Frati francescani della Custodia di Terra Santa assieme al Ministro p.Feras Lutfi e a tanti amici fra cui i rappresentanti dell’Associazione “Pro Terra Sancta”.
Il Direttore generale del Ministero ha affermato che mai si e’ avuto un successo cosi’ evidente e mastodontico come questa volta per l’esecuzione di quest’opera ispirata all’incontro di S.Francesco e il Sultano Malek-al-Kamel 800 anni fa. Tutte le TV nazionali hanno diffuso la notizia diverse volte come pure Telelumiere. La maggioranza dei giornali sia cartacei che online hanno riportato non solo la notizia dell’evento ma anche pezzi dei discorsi pronunciati nell’introduzione sia dal p.Quirico che dal Ministro.
Dal 20 al 25 maggio prossimo sono in programma 5 esecuzioni in Italia: prima nelle Cattedrali di Monopoli, Bari, Brindisi e poi ad Assisi nella Basilica di S.Maria degli Angeli e a Roma nella Basilica dell’Ara Coeli.
Ci auguriamo che attraverso quest’Opera il messaggio di pace e fraternita’ lanciato a Damietta 800 anni fa da S.Francesco e il Sultano Malek al-Kamel arrivi agli estremi confini della terra. La via del dialogo, della fratellanza e della coesistenza pacifica e’ e rimane l’unica via percorribile e la carta vincente per il Libano, per il Medio Oriente e per il mondo intero. Lo ha detto tante volte il Papa Francesco nei suoi interventi e durante i suoi viaggi in Palestina, Israele, Giordania, Egitto, Marocco, Iraq e Abu Dhabi dove ha firmato il documento sulla “Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” assieme al Grand Imam del Cairo Dott.Ahmad Attayyeb.
PCC.

Friday, 10 December 2021 a group of religious Leaders, from the DLR Lebanon organization, paid a visit to Saint Francis Convent as part of the activities to learn and explore the cultural and religious heritage in the Churches and Mosques in Tripoli-Mina.
After the visit of the Church, the art's class, the clinic and the historical explanation by Father Quirico, the Sheikh Firas Ballout read the Canticle of the Creatures written by Saint Francis.



Ieri visita dei capi religiosi dell'associazione DRL Libano, musulmani e cristiani per approfondire la conoscenza reciproca ed apprezzare il patrimonio religioso-culturale di Tripoli-Mina. Dopo la visita della Chiesa, l'ambulatorio e la classe di arte, lo Sheikh Firas Ballout ha letto il Cantico delle creature di S.Francesco d'Assisi.


Thusday and Friday 29 & 30 of June was the first day of the Children’s Art Exhibition in St. Francis Convent, where F. Quirico Calella, director of St Francis center, and Dr. Teresa Francis, the supervisor of children, welcomed the parents with invited. Certificates were distributed to appreciate each child's talent.
Then the parents toured on to observe the children's work.
The first day ended with a cocktail to celebrate the exceptional occasion.


Alla fine del corso di arte tenuto dalla Dott.sa Terese Francis durante l'anno 2021-2022 negli ambienti del Convento San Francesco a Tripoli marina ha avuto luogo la cerimonia conclusiva con una mostra esattamente nel porticato dello stesso Convento.
Il p.Quirico ha presieduto la distribuzione dei Diplomi agli studenti dotati. Vi hanno preso parte i parenti dei bambini e gli amici di S.Francesco.



We started the work in Terra Santa Sport Center.
for fundraising:
IBAN Code: LB34 0075 0000 0001 1412 7160 4200
Swift Code: BABELBBE
Il progetto per lo sviluppo del nostro centro sportivo gia' approvato a novembre scorso sta prendendo forma. Il cantiere in atto ormai da diverse settimane va avanti a gonfie vele. Stiamo continuando con la raccolta fondi perche' ci siamo trovati davanti ad imprevisti non ultimo l'aumento dei prezzi a causa della guerra Russia-Ucraina e confidiamo nella generosita' di tante persone buone per portare a termine i lavori. Ringrazio in anticipo tutti i benefattori a nome dei Francescani. P.Quirico Calella ofm superiore del Convento di Tripoli e Direttore delle attivita'. PS.Potete usare le coordinate bancarie alla fine del messaggio in inglese.


SUCCESSO STRAORDINARIO ANCHE IN ITALIA DI “S.Francesco e il Sultano”
  Come da programma preparato nei minimi dettagli  da mesi, l’Opera “S.Francesco e il Sultano” e’ stata eseguita  in Italia (20-25 maggio scorso) con un successo inaspettato.
Dopo il Libano l’Opera e’ sbarcata finalmente in Italia con 5 esecuzioni in altrettante città  dal 20 al 25 maggio scorso. Le esecuzioni sono avvenute rispettivamente nelle cattedrali di Monopoli, Bari, Brindisi, nella Basilica di S.Maria degli Angeli ad Assisi e nella Basilica di Santa Maria in Ara Coeli a Roma.  Il libretto e’ del noto professore Bartolomeo Pirone -che ha partecipato in presenza a Roma- e la musica del libanese M.O. P.Khalil Rahme.SUCCESSO STRAORDINARIO ANCHE IN ITALIA DI “S.Francesco e il Sultano”




EXTRAORDINARY SUCCESS ALSO IN ITALY OF the OPERA "S. FRANCESCO E IL SULTANO"
  As planned in the smallest details for months, the Opera "S. FRANCESCO E IL SULTANO" was performed in Italy (20-25 last May) with an unexpected success.
After Lebanon, the Opera finally landed in Italy with 5 executions in as many cities from 20 to 25 May last. The executions took place respectively in the cathedrals of Monopoli, Bari, Brindisi, in the Basilica of Santa Maria degli Angeli in Assisi and in the Basilica of Santa Maria in Ara Coeli in Rome. The libretto is written by the well-known professor Bartolomeo Pirone - who participated in presence in Rome - and the music of the Lebanese M.O. P. Khalil Rahme.

1 of July 2022, we paid a visit to the Maronite Patriarchate in Dimen with the kids of Art class accompanied with their moms

Saturday 18 June, the kids of the art class visited Adonis Sisters school with some mothers accompanied by their teacher D. Therese Francis and F. Quirico Calella.

After the Mass they went to the garden, played and drawed the surrounding area and nature.

it was a wonderful day

Saint Francis Convent with the collaboration of Pro Terra Sancta, gives the opportunity to many talented children from Tripoli-Mina in drawing & Arts to develop their skills. The special lessons are given since the last November every Thursday p.m.by Dr. Therese Francis' teacher in the Lebanese University, Art's Faculty.


Dal mese di novembre scorso il Convento francescano di Tripoli Marina ha aperto le porte ai bembini dotati nel campo dell'arte, ma senza mezzi finanziari. Per adesso le lezioni vengono impartite il giovedi' pomeriggio dalla Prof.Therese Francis che insegna all'Universita' libanese di Tripoli, facolta' Belle Arti e Architettura.
Il progetto e' portato avanti con il supporto dell'Associazione Pro Terra Sancta.


دير مار فرنسيس بالتعاون مع مؤسسة Pro Terra Santa يعطيان الفرصة لمجموعة من الاطفال الموهوبين بالرسم والفن لتطوير مهاراتهم من خلال دروس خاصة كل خميس بعد الظهر تعطيها الدكتورة تريز فرنسيس استاذة في كلية الفنون الجميلة و العمارة في الجامعة اللبنانية-طرابلس